LINFODRENAGGIO E MASSAGGIO CONNETTIVALE NELLA FIBROMIALGIA


Premesso che non esiste al momento una terapia risolutiva della sindrome fibromialgica in quanto non sono chiare ancora le cause, tra le terapie di supporto vi sono alcune tecniche di terapia manuale specifiche come il massaggio connettivale e il linfodrenaggio.

A questo riguardo uno studio recente ne ha dimostrato l' efficacia nel ridurre i sintomi e migliorare la qualità di vita nel paziente fibromialgico.

In questo studio 25 pazienti sono stati trattati con il linfodrenaggio manuale per il trattamento del linfedema.

In questa tecnica i vasi linfatici sono "massaggiati" con lo scopo di facilitare la mobilizzazione del fluido linfatico.

Questo massaggio permette di stimolare il sistema linfatico, regolarizzare il sistema immunitario e agire sulle ostruzioni, eliminare i cataboliti e le tossine e ridurre l' eccesso di fluido.

Durante il linfodrenaggio i recettori tattili della cute vengono stimolati e dopo aver fatto sinapsi nelle corna posteriori del midollo l' impulso arriva al cervello dove viene registrato e interpretato.

La via non dolorifica ha un passaggio preferenziale e questo fa si che venga attivato l' interneurone inibitorio.

Questa tecnica sembra che induca l'inibizione del segnale doloroso e la durata media di una seduta è di 45 minuti circa.

25 pazienti invece sono stati trattati con massaggio del tessuto connettivo che consiste in un messaggio trasversale secondo una precisa sequenza.

La stimolazione dei meccanocettori attraverso questa tecnica agisce sui meccanismi del controllo del dolore tramite una inibizione pre- e post-sinaptica.

Inoltre è stato provato che tale tecnica è in grado di stimolare il rilascio in circolo di oppiacei endogeni.

Il massaggio connettivale diminuisce l' attivazione del sistema nervoso autonomo tramite un secondario aumento della circolazione, da un senso di calore, induce un rilassamento muscolare, riduce il dolore e aumenta la mobilità tramite un meccanismo segmentale e soprasegmentale riflesso.

Sono state trattate 5 aree (lombosacrale,toracica bassa, zona scapolare, area interscapolare e area cervcio-occipitale) e il trattamento ha avuto una durata media dai 5 ai 20 minuti.

Le conclusioni dello studio, come detto in premessa, sono state che sia il linfodrenaggio che il massaggio connettivale sono stati in grado di ridurre il dolore e migliorare la qualità di vita dei pazienti in studio.

Bibliografia

1. Comparison of manual lymph drainage therapy and connective tissue massage in women withfibromyalgia: a randomized controlled trial. Ekici G, Bakar Y, Akbayrak T, Yuksel I. J Manipulative Physiol Ther. 2009 Feb;32(2):127-33.


Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

Commenti

Post popolari in questo blog

LE LESIONI DI MODIC E CONNESSIONE CON IL MAL DI SCHIENA

OSTEOCINEMATICA, ARTROCINEMATICA, MIOCINEMATICA

FISIOTERAPIA DOPO LATERAL RELEASE NELLA IPERPRESSIONE ROTULEA